• Con il contributo non condizionante di
  • Con il contributo non condizionante di
  • Con il contributo non condizionante di

Presentazione

L’incidenza delle malattie infiammatorie croniche intestinali (acronimo inglese
IBD, inflammatory bowel disease), le cui due principali forme sono la Malattia
di Crohn (MC) e la rettocolite ulcerosa (RCU), è in aumento in tutto il mondo:
da pochi rari casi registrati nei primi del ’900, fino a una stima odierna di circa
7 milioni nel mondo, di cui oltre 3 milioni in Europa.
Le IBD hanno un andamento estremamente eterogeneo, caratterizzato da forme
lievi moderate, per le quali la terapia tradizionale, in primis gli aminosalicilati,
rappresenta ancora oggi il cardine del trattamento; e forme moderate-severe,
che possono comportare non soltanto la persistenza di disturbi invalidanti, ma
anche la progressione verso forme più gravi ed estese, che si ripercuotono sulla
qualità di vita del paziente, gravando inoltre sull’intero tessuto sociale, chiamato
a sopportare sempre maggiori costi sia diretti che indiretti per la loro cura.
Negli ultimi due decenni, l’introduzione nella pratica clinica dei farmaci biotecnologici
ha rivoluzionato lo scenario terapeutico di queste patologie, in particolare
delle forme più aggressive, permettendo un controllo più profondo della malattia,
e migliorando la qualità di vita dei pazienti.
L’arrivo negli ultimi anni di nuove classi di farmaci biologici, con nuovi e più
selettivi meccanismi d’azione, ha rafforzato ulteriormente il nostro armamentario
terapeutico, sia nei confronti di pazienti non responsivi alla classe storica
degli antiTNF, sia nei confronti delle categorie di pazienti più “fragili“
Tuttavia, aldilà dei dati favorevoli emersi dai grossi trials registrativi delle nuove
molecole, rimangono degli unmeet needs nella nostra pratica clinica, a partire
dal loro posizionamento e dalla scelta del miglior timing terapeutico, proseguendo
con la gestione della steroidodipendenza e del paziente con comorbidità
Questo corso webinar, articolato in due moduli, nasce con l’obiettivo di mettere
a confronto diversi specialisti su alcuni scenari di pratica clinica, gestiti alla luce
delle più recenti evidenze di real life nel trattamento della Malattia di Crohn e
della rettocolite ulcerosa, con una particolare attenzione nella ricerca di un
modello di gestione di cura che sia non soltanto economicamente sostenibile
ma anche sempre più orientato sulla malattia del singolo paziente

Programma

16:00 - Inizio FAD e registrazione Webinar
16:30 - Giammarco Mocci
Saluti, presentazione e condivisione del webinar
Moderatori: Emma Calabrese, Francesco Costa
17.00 - Sara Onali
Paziente con perdita di riposta secondaria ad antiTNFa
Discussione Live Q&A
17.30 - Giorgia Bodini
Obiettivo persistency of response e deep remission: come
ottimizzare la terapia biologica
Discussione Live Q&A
18.00 - Siro Bagnoli
Gestione del paziente fragile
Discussione Live Q&A
18.30 - Chiusura lavori

Informazioni

Obiettivo formativo

10 - Epidemiologia - prevenzione e promozione della salute – diagnostica – tossicologia con acquisizione di nozioni tecnico-professionali

Mezzi tecnologici necessari

Per usufruire dell’evento, i discenti devono possibilmente disporre di:

       Hardware

  •  Processore: Pentium 4 da 2Ghz (Consigliato : Intel Dual Core da 1,5 Ghz o superiore)

  •   Ram: 512 MB (Consigliata: 1 GB o superiore)

  •   Risoluzione Monitor : 1024×768 (Consigliata: 1280×720 o superiore)

    Sistema Operativo

  •   Windows (XP, Vista o 7)

  •   Mac OSX

  •   Linux

  •   Android

    Browser (uno dei seguenti):

  •   Microsoft Internet Explorer 11

  •   Microsoft Edge

  •   Google Chrome (versioni successive alla 40)

  •   Mozilla Firefox (versioni successive alla 40)

  •   Apple Safari

    Accesso ad internet da 1 Mbps o superiore

  •   ADSL

  •   Internet key

  •   Fibra Ottica

Procedure di valutazione

La prova di apprendimento potrà essere eseguita al termine del Corso FAD, cioè dopo aver seguito lel'attività formativa per almeno il 90% della sua durata.
Per completare il questionario i discenti hanno a disposizione a fino a 3 giorni successivi alla chiusura della FAD e con la possibilità di un numero massimo 5 di tentativi.
La prova consisterà in un questionario compilato direttamente on-line a risposta multipla con 4 possibilità di risposta; rispondendo correttamente ad almeno il 75% delle domande e compilando il questionario di valutazione, si maturano i crediti formativi ECM;
L'attestato potrà essere scaricato direttamente dall'area personale della piattaforma al completamento di tutti gli step.

Descrizione modulo formativo

La FAD sincrona prevede la partecipazione a sessioni formative remote attraverso la piattaforma multimediale dedicata (webinar) https://formazione.kassiopeagroup.com/ che sarà fruibile in diretta attraverso una connessione ad Internet.

La sincronicità della partecipazione prevede il collegamento dei discenti agli orari prestabiliti dal programma formativo e garantirà un livello di interazione tra il docente ed i discenti i quali possono richiedere di intervenire nelle sessioni e scambiare opinioni ed esperienze. In questo caso useremo il sistema delle chat per porre delle domande e interagire con il docente

La sessione di lavoro, inclusi gli argomenti oggetto della discussione, verrà registrata e resa disponibile per una fruizione asincrona/ripetibile. La partecipazione dei discenti viene rilevata attraverso la registrazione degli accessi alla piattaforma durante la sessione di formazione.

Responsabili

Responsabile scientifico

Docente

  • Dott. Siro Bagnoli
    Dirigente Medico presso la SOD di Gastroenterologia Clinica dalla Azienda Ospedaliero Universitaria di Careggi Firenze
    Scarica il curriculum
  • GB
    Dott.ssa Giorgia Bodini
    Gastroenterologo dell’adulto nell’ambulatorio di transizione per I pazienti affetti da MICI
    Scarica il curriculum
  • SO
    Dott.ssa Sara Onali
    Professore Associato in Gastroenterologia, Dipartimento di Scienze Mediche e Salute Pubblica, “Università degli Studi di Cagliari
    Scarica il curriculum

Tutor

  • ec
    Dott.ssa Emma Calabrese
    Speciality on Gastroenterology at Gastrointestinal Unit, “La Sapienza”University, Prof. R. Caprilli.
    Scarica il curriculum
  • Dott. Francesco Costa
    Responsabile ambulatorio per le Malattie Infiammatorie Croniche intestinali:Direttore Sezione dipartimentale IBD UNIT
    Scarica il curriculum

Elenco delle professioni e discipline a cui l'evento è rivolto

Medico chirurgo

  • Chirurgia Generale
  • Gastroenterologia
  • Medicina generale (Medici di famiglia)
  • Medicina interna
  • Pediatria
  • Pediatria (pediatri di libera scelta)
  • Radiodiagnostica
  • Reumatologia

Infermiere

  • Infermiere
leggi tutto leggi meno

Allegati